Girelle alla cannella

Sfogliando il lievitario , ho pensato di preparare qualche cosa di diverso per colazione.
Giusto per tentare… anche perche’ mi dovro’ organizzare nell’inventare qualche cosa per la festa della scuola e per la festa di addio a Micha.

Gira e rigira ho trovato delle girelle/chiocciole/cinnamons_rolls alla cannella , circa una decina di ricette diverse.
Ma quale scegliere?

Girelle alla cannella

Alla fine ho seguito la seguente ricetta (dal Blog Dolce e Salato con Lucia) e mi sono trovata DELIZIOSAMENTE bene!

Il risultato non e’ stato affatto stopposo, ma molto leggero.. tanto che bisogna fare attenzione a non mangiarne troppi in una sola volta.

La ricetta originale  prevede diverse opzioni per il lievito: madre solido, liquido o di birra

Per chi volesse utilizzare il licoli

Ingredienti per 15 girelle

300 g di grano tenero di forza W 320-330
 70 g di li.co.li. rinfrescato
 50 g di uovo intero (n°1 )
 90 g di latte intero
 5 g di lecitina di soia (opzionale)
 50 g di zucchero semolato
 6 g di sale
 40 g di burro a pomata
 2-3 bacche di cardamomo polverizzate 

Per il ripieno

60 g di burro a pomata
 40 g di zucchero di canna
 1-2 cucchiaini di cannella (abbondate!)

Per la rifinitura:

un tuorlo
 latte q.b.

Procedimento

Nella ciotola della planetaria aggiungete il licoli rinfrescato da qualche ora e scioglietelo con la frusta a foglia nel latte e lecitina di soia ( è un miglioratore che aiuta per una maggiore sofficità e più lunga shelf life).

Dopo che si è formata una schiumetta e il lievito si è sciolto, aggiungete lo zucchero, l’uovo intero ed amalgamate.

Poi unire la farina  setacciata) gradualmente, passando alla frusta a gancio quando l’impasto si fa più consistente.
Per un profumo più intenso e tradizionale, potete aggiungere alla farina 2-3 bacche di cardamomo tritate.

Aggiungete il sale e poi il resto della farina.
Infine, unite il burro “a pomata” (cioè molto morbido) poco per volta per non perdere l’incordatura.

Portate ad incordatura.

Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, che si avviluppa intorno al gancio (naturalmente potete impastare a mano, seguendo lo stesso ordine di inserimento degli ingredienti).

Ora sulla spianatoia fate un giro pieghe a tre, riposo di 30-40 minuti, altro giro di pieghe a tre, pirlate arrotondando l’impasto e porre a lievitare a 26-28° per circa 5 ore o finchè è raddoppiato.

Procediamo con la formazione delle girelle.

Stendete l’impasto.fino a formare un rettangolo, stendete la crema al burro ottenuta mescolando precedentemente il burro molto morbido con lo zucchero di canna e la cannella (abbondate con la cannella!).

Arrotolate formando un cilindro stretto.
Tagliate poi a fette di circa 3 cm il rotolo.
Io ho usato la tecnica del filo di nylon, stringendolo come a stringere un cappio e staccando i tocchetti: in questo modo non si rovinerà la girella.
Adagiate le girelle sulla teglia ricoperta di carta forno, ricoprite con un foglio di pellicola e fate lievitare fino al raddoppio, in un luogo caldo e riparato.
Ci vorranno circa 2 orette o comunque regolatevi a vista
Al raddoppio, spennellate delicatamente la superficie con un tuorlo battuto con un po’ di latte, cospargere di granella di zucchero a piacere ed infornate in forno statico e preriscaldato a 175° per circa 18-20 minuti circa.
Sfornare e far raffreddare completamente su una gratella.

Girelle alla cannella

Il calcolo dei punti non l’ho fatto, in compenso ho svolto molta attivita’ sportiva nei restanti giorni settimanali.
In effetti la mia intenzione era quella di surgelarle, cosi’ da poterle centellinare maggiormante… ma non ci sono riuscita!

Giusto per memoria personale: ho usato la 250gr di farina  Garofalo Rosso (avanzata dalla colomba), e 50gr di integrale.
Prima di cuocere ho spennellato giusto con del latte.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

8380cookie-checkGirelle alla cannella
Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *