Liquore: Prugne alla vodka

Le prugne raccolte dal giardino di Opa quest’anno non sono ancora terminate, nonostante le diverse preparazioni fatte (torta , conserva e altro ancora).


Non solo sono state utilizzate per la conservazione in freezer, ma anche per preparare la confettura e le conserve… ed un liquore alla vodka.

In effetti acquistare l’alcool etilico, qui a Patatolandia, e’ praticamente impossibile e ad una cifra esorbitante, per questa ragione preferiamo acquistare altri distillati per la preparazione di liquori casalinghi.

La ricetta e’ stata presa da questo sito ” https://it.blabto.com/5294-homemade-plum-casseur-plum-pouring-in-a-simple-way.html “, che inserisco dato che il mio “rilevatore automatico” mi da sempre errore.

La base alcolica deve essere priva di un forte odore o aromatizzata.

Ingredienti per il liquore alla vodka

1,5 kg prugne 
500 gr zucchero 
0,5 dl vodka (alcool 40-45%,brandy)

Procedimento

Lavate le prugne e, se lo si desidera, potete rimuovere il nocciolo.
Mettete il frutto in un barattolo di vetro o in altro contenitore, versate la vodka: deve coprire lo strato di frutta di almeno 2-3 cm.

 

Chiudete il contenitore con cura e riponetelo in un luogo buio a temperatura ambiente per 40 giorni per l’invecchiamento (*).
Agitate ogni 5 giorni.

Versate la vodka (infusa sulle prugne precedentemente) in un’altra bottiglia e chiudete.


Lasciate le prugne con lo zucchero (nella prima preparazione non lo avevate inserito!!) nel contenitore iniziale,

chiudete il barattolo e mettetelo per 15 giorni in un luogo buio.


Agitate una volta al giorno. Allo scadere del termine, filtrate il liquido attraverso il cotone idrofilo, cosi’ da rimuovere le impurita’.

Mescolate lo sciroppo ottenuto nella fase precedente (lo zucchero estrarrà i resti di alcol e succo) con la vodka infusa dalla frutta.

Filtrate la bevanda nuovamente, attraverso un batuffolo di cotone o un altro filtro (la quantità di torbidità dipende dal tipo di scarico), versatela nelle bottiglie e sigillatela saldamente.

Mantenete il liquore alla vodka – aromatizzata alla prugna – in un luogo fresco (come cantina o frigorifero) per 6-8 mesi per migliorare il gusto.

Liquore alle prugne e vodka

Note Varie e Personali

  • Raccogliete o acquistate le prugne che preferite per la preparazione del liquore.
  • Questa ricetta e’ preparabile sia con la vodka che con un altro liquido, come l’alcool alimentare diluito, l’ assenzio o altro.
    Viene raccomandato di non usare alcol/liquido più forte di 40 gradi.
  • Lavate bene le prugne mature sotto l’acqua corrente, pulite il frutto da gambi e semi.
  • La vodka puo’ essere in quantita’ maggiore rispetto alla ricetta, ma poi il liquore risultante sara’ meno saturo di gusto e colore.
  • Si hanno quindi tre componenti:
    – liquore alcolico sulle prugne,
    – sciroppo di prugne
    – prugne dopo averle strizzate = Non avrete piu’ bisogno delle prugne nel liquore, ma potrete usarle in dolci da forno o alcolici per adulti.
    Mettetele in un barattolo con un coperchio e riempite il vaso con i resti del liquore (la parte fangosa). Le prugne conservate in questo modo possono essere utilizzate tutto l’anno per decorare torte, gelati o dessert.
  • Mescolate lo sciroppo di zucchero ottenuto con la tintura in un contenitore comune, imbottigliatelo e mettetelo in un luogo buio controllato per altri 25-30 giorni.
  • Il liquore ottenuto puo’ essere utilizzato per essere servito come aperitivo per aperitivi o come liquore di frutta e caffè con dessert.
  • Per motivi diversi, non ho rispettato le tempistiche. Mi sono dunque trovata un primo liquido abbastanza torbido, cosi’ l’ho travasato passandolo attraverso un colino a trame non troppo fitte.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *