# 26b – Repubblica Islamica dell’Afghanistan. “Ferni”

Per la nazione dello Stato dell’Afghanistan ho pensato anche di preparare un veloce dolcino.

Si tratta del Ferni, un famoso dessert afghano che sembra decisamente un budino.

La sua preparazione e’ molto semplice e non richiede neppure tanti ingredienti.
Insomma, e’ davvero alla portata di tutti. Poi sta all’inventiva e alla creativita’ individuale nel cambiare il sapore o nell’aggiungere ulteriori ingredienti.

Ma, per la prima volta, ho preferito seguire la ricetta, una delle tante, ovviamente.

Ingredienti

1 litro di latte
150 gr di farina di riso (*)
3 cucchiai di zucchero
cardamomo in polvere
granella di pistacchio

1 cucchiaio di acqua di rose (facolativo)

Procedimento

In una pentola aggiungiamo la farina di riso (o l’amido di mais – maizena), lo zucchero, il cardamomo ed il latte.


Mescolate tutti gli ingredienti per bene, cercando di non creare “frati”.
Cuocete a fuoco medio e mescolate continuamente fino a quando il composto comincia ad inspessirsi, ci vorranno circa 15 minuti.

Il mescolare e’ importante, in quanto le polveri tendono ad attaccare sul fondo della pentola.

Inserite l’acqua di rose (a gusto) e, eventualmente, ulteriore cardamomo.
Il tutto sempre mescolando bene ed amalgamando il composto con cura.

Afghanistan. “Ferni”

Versate in un piatto da portata, e fate raffreddare a temperatura ambiente, prima di metterlo, eventualmente, n frigorifero.
Decolare la superficie cospargendola di pistacchi tritati prima di servire.

Afghanistan. “Ferni”

NOTE Personali.
Per la preparazione ho terminato la farina di riso che avevo in dispensa (circa 40gr) ed ho aggiunto 2 cucchiai di maizena.
Per l’acqua di rose ho inserito almeno 3 cucchiai, in quanto non si sentiva neppure il sentore, una volta raffreddato l’aroma di acqua di rose e’ risultato molto intenso.
Il mio risultato di Ferni non e’ risultato “solido” ma decisamente “molle”, probabilmente bisogna rivedere le proporzioni di solidificante.

 

له خواړو څخه خوند واخلئ

Un po’ qua … und ein bischen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *