Sigmatostalix radicans

Continuiamo con la seconda piantina acquistata da poco…  la “Sigmatostalix radicans”.

Sigmatostalix radicans” o conosciuta anche come “Ornithophora / Gomesa radicans“.
Si tratta di una specie di orchidea epifita in miniatura, dove questa specie è stata raccolta per la prima volta vicino a Porto Alegre, nello stato del Rio Grande do Sul.

L’Ornithophora radicans ha un portamento e un aspetto erboso, questa orchidea produce spruzzi di fiori colorati bianchi, marroni e gialli per alcune settimane all’anno, in autunno…. (sperando di riuscire a vederli, non solo fisicamente, ma anche che la pianta riesca ad ambientarsi bene cosi’ da sbocciare)

    • Origine: Brasile (Sud America)
    • Temperatura: media del giorno estivo è di 29-31°C, quella notturna di 18-20°C e la differenza giornaliera è di 11-12°C. La temperatura media del giorno invernale è di 19-20°C, quella notturna 9-10°C e la differenza giornaliera è di 10°C.
    • Temperatura Minima: non sotto i 12gradi
    • Luce: necessita di un livello di luce di 15000-23000 lux, filtrata e non direttamente esposta alla luce solare diretta. Il movimento dell’aria dovrebbe essere garantito tutto il tempo.
    • Umidità: in autunno e in inverno necessita di un’umidità del 75-80%, ma in primavera ed estate scende al 65-70%.
    • Substrato e rinvaso: estremamente adatta per il montaggio su zattera di sughero o felci arboree (con garantita un’elevata umidità e nebulizzate almeno una volta al giorno durante il periodo estivo)
      Queste piante crescono bene anche in vasi piatti o ceste con ottimo drenaggio. Il supporto deve essere molto sciolto, non compresso, e deve consentire una rapida essiccazione delle radici dopo l’irrigazione.
      Irrigazione: da moderata a intensa durante tutto l’anno. Le piante coltivate dovrebbero essere spesso annaffiate durante la crescita attiva, ma dovrebbe essere garantito un ottimo drenaggio.
    • Fertilizzante: Si consiglia l’uso settimanale di 1/4-1/2 della dose raccomandata di fertilizzante per orchidee. E’ possibile usare fertilizzanti sostenibili durante tutto l’anno, ma si possono anche usare fertilizzanti ad alto contenuto di azoto dalla primavera a metà estate, e poi fino alla fine dell’autunno usare fertilizzanti ad alto contenuto di fosforo.
    • Periodo di riposo: In inverno, si possono ridurre leggermente la quantità di acqua. La pianta, tuttavia, non puo’ mai asciugarsi completamente e gli pseudobulbi non possono essere eccessivamente rugosi. La fertilizzazione dovrebbe essere ridotta o eliminata fino alla primavera.
    • Posizione: ombreggiata con buona circolazione d’aria
    • Fiori: da 8 a 10 lungo l’infiorescenza del diametro di circa 0,5 cm.
    • Periodo di fioritura: da agosto a settembre.
    • Durata fioritura: 3-4 settimane
    • Profumo: si
    • Attenzione: NON bagnarla dall’alto

Incrociamo le dita e vi terro’ aggiornati, sempre su questo post.

Eccola arrivata il 17 Settembre 2020, tutta in sfagno (molto complicato da gestire, almeno per me).
Al momento non ha problemi, quindi ho deciso di non cambiare il substrato.

L’ho bagnata per immersione e la sua posizione e’ ad Ovest, nel grande sottovaso.

Sigmatostalix radicans
Sigmatostalix radicans
Sigmatostalix radicans
Sigmatostalix radicans

 

Per Informazioni

OrchIDEENgarten
Bahnhofstraße 24
21368 Dahlenburg
Deutschland

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *