Coelogyne Orchideengarten Magdalene

Avrei dovuto acquistare solamente dei vasetti trasparenti per le mie talee di vaniglia, ma dal Brico tedesco ed affini non ne ho trovati di cosi’ piccoli.

Ho cosi’ cercato in un sito che vende orchidee online ( uno tra tanti OrchIDEENgarten ) e ho trovato i vasetti.
Purtroppo non solo loro.

Dato che le spese di spedizione erano comunque “alte”, ma non troppo comunque, ed essendo situati anche loro in Germania, ho deciso di ammortizzare il prezzo acquistando anche qualche piantina.

Conoscendo Stephan che mi avrebbe sicuramente chiesto “dove la metti?” , l’ho preceduto e mi sono comunque limitata nell’acquisto, cercando veramente delle piantine minuscole e poco costose (sotto i 10euro, tanto per intenderci).
E cosi’, nel mio carrello virtuale, oltre ai vasetti – obiettivo iniziale – e’ finito un pacco di materiale/terriccio per travasare le piante e 3 piccole orchidee, dai nomi totalmente astrusi ma di facile accesso e reperibilita’ dell’esemplare:

– “Coelogyne Orchideengarten Magdalene”
– “Sigmatostalix radicans”
– “Bulbophyllum falcatum”

Iniziamo dunque con la prima.

 

Si tratta della “Coelogyne Orchideengarten Magdalene (usitana x fimbriata)” ibrido creato direttamente dall’OrchIDEENgarten.

La prima “Coelogyne” che possiedo, cosi’ non  ho voluto tentare un acquisto sconsiderato da una pianta costosa, accontentandomi di questa con solo 3.95centesimi.

La Coelogyne fimbriata ha un fiore piccolo, e’ una orchidea molto popolare, molto irregolare, ed e’ una pianta incredibilmente variabile, sicuramente e’ anche molto carina.

Dicono che e’ cosi’ facile da coltivare e farla fiorire con successo che è un’orchidea decisamentemolto popolare tra tutti, dai principianti agli anziani.
Io non ne ho mai avute, ma staremo a vedere.

  • Origine: paesi dal Nepal, dalla Cina, fino alla Malesi
  • Derivazione del nome: composizione delle parole greche koilos (cavità) e gyne (femmina).
  • Luce: luogo ombreggiato, umido e al riparo dal gelo
  • Umidita’: Come con qualsiasi orchidea che ha molte radici aeree, ha bisogno di un’umidità elevata per restare in salute. Se le radici seccano, la pianta entrera’ in sofferenza e morira’.
  • Irrigazione: In primavera, quando la maggior parte delle altre orchidee sta fiorendo, Coel fimbriata è stanca dopo la sua lunga stagione di fioritura e rimane un po ‘inattiva per un paio di mesi. Durante questo periodo molte delle foglie diventeranno gialle e cadranno, quindi ridurre l’irrigazione e bagnare soprattutto le nuove talee
  • Contenitore: cesto appeso in modo che la crescita dei fiori possano essere distribuiti in modo più uniforme a 360 gradi.
  • Aspetti negativi: i fiori sono piccoli e la pianta è un rampicante indisciplinato.
  • Varietà: Coelogyne Orchideengarten Magdalene (2014) – utilizzando Coelogyne usitana come genitore – ibrido

Non ho trovato l’esatte informazioni riguardanti l’ibrido acquistato, quindi effettuero’ un po’ di test e vedremo se sopravvivera’.

17 Settembre 2020
Ho leggermente passato un batuffolo di cotone sulle foglie, giusto per pulirle leggermente.
Visto che necessita molta acqua, e l’ho ricevuta in sfagno, ho deciso di toglierne un poco e sostituirlo con bark: spero solo di aver fatto bene.
Al momento l’ho posizionata nel vaso gigante, ad ovest, insieme alle altre.

Coelogyne Orchideengarten Magdalene
Coelogyne Orchideengarten Magdalene
Coelogyne Orchideengarten Magdalene

 

Per Informazioni

OrchIDEENgarten
Bahnhofstraße 24
21368 Dahlenburg
Deutschland

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *