Chiacchere alla panna

Ed anche quest’anno siamo arrivati al Carnevale.

Se fossimo stati in Italia, sicuramente mi sarei catapultata in qualche panificio o al supermercato a fare incetta di chiacchere, cenci, frappe o in qualsiasi modo voi vi addolcite durante questi giorni, prima delle “privazioni” del periodo pre-Pasqua.

Non so se si tratta di un bene o un male, ma qui si trovano solamente krapfen che, dopo un po’, mi stufano.
Cosi’ la mia linea non viene ulteriormente intaccata dalle calorie, ed io continuo a mantenere un ottimo ricordo ed una voglia maggiore di fare un giro in Italia, ANCHE durante queste vacanze.

Non vorrei essere dunque ripetitiva, come potete leggere da tutti i miei tentativi passati nella preparazione _base_ delle chiacchere.
Negli anni passati ho provato tante ricette, ho provato a cuocerle al forno o fritte, con liquore o senza.
Senza esserne mai soddisfatta.

Insomma, potete trovare qui la mia cronologia di fallimenti, piu’ o meno grossi.

Dall’anno scorso, girava in rete una ricetta veloce per preparare questi dolcetti, con solo pochi ingredienti ma con un risultato assicurato.
Ed io… ho tentato nuovamente.

Chiacchere alla panna

Ho preso una delle innumerevoli proposte, ed ho seguito quella di Natalia ( TempoDiCottura ) .

Eccola…

Ingredienti

300g di farina 0
200g circa di panna fresca
un cucchiaio colmo di zucchero
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di lievito istantaneo per torte
zucchero a velo

Procedimento

Impastate velocemente gli ingredienti aggiungendo la panna un po’ alla volta, se dovesse essere necessario aggiungetene o lasciatene da parte fino ad ottenere un composto sostenuto, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare in frigorifero almeno 1 oretta, dovrà raffreddare bene e ricompattarsi.

Riprendete a lavorare e come prima cosa scaldate il forno a 200 gradi in modalità ventilata oppure 220 gradi in modalità statica.

Prelevate una porzione di impasto, con l’aiuto della macchinetta o anche con il mattarello stendete la pasta molto sottile, badate bene a questa indicazione, sottile significa all’ultima tacca della macchina ripassata possibilmente due volte e per chi la stende al mattarello la pasta deve essere trasparente, se non raggiungete queste caratteristiche le vostre frappe al forno seccheranno e basta senza formare bolle e diventare friabili.

Scaldate se potete la teglia del forno, poi adagiate un foglio di carta da forno e sopra le frappe che avete steso, inserite la teglia nel forno e calcolate 3 minuti.
Se la temperatura sarà stata raggiunta e il vostro forno cuoce bene in quel lasso di tempo vedrete le frappe sollevarsi e prendere colore.

Chiacchere alla panna

Se vedete che questo non accade:
-la temperatura non è ancora stata raggiunta
-le frappe non sono abbastanza sottili
-non avete fatto riposare l’impasto .

Proseguite stendendo un’altra porzione di impasto mentre le frappe precedenti sono in cottura così non appena saranno pronte ne sistemerete subito altre e via via finite gli ingredienti.
Appena togliete la frappe del forno spolveratele di zucchero a velo così il caldo tratterrà sulla superficie in parte lo zucchero.

E’ tutto molto veloce grazie a questa cottura di pochi minuti ad alte temperature le vostre frappe rimarranno croccanti friabili e leggere proprio come vogliamo noi.

Le potete preparare tranquillamente anche un paio di gironi prima basterà conservarle in un luogo asciutto e non umido.

Chiacchere alla panna

 

Un po’ qua … und ein bisschen dort

161690cookie-checkChiacchere alla panna
Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *