Regno Unito: Mars fritti (Deep-fried Mars) ??

Ebbene si, succede anche questo un po’ piu’ a Nord rispetto a noi.
Non avevo mai pensato a questa possibilita’ sino a quando non ho visto un documentario – Galileo – che ne parlava.

Il tutto succede ad Edimburgo/Scozia, la patria del fritto.
Pare che una friggitoria abbia iniziato a friggere di tutto, oltre al consueto fish-and-chips (piatto tradizionale, altro che ossobuco!).

Sono poi passati a diverse fasi di “lavorazione” tra cui formaggio, pizza (ORRORE…!!!), frutta e sono approdati anche al cioccolato.

Tratta dal Web

In effetti, se lo fanno, significa che la richiesta del mercato e’ presente ma … bleah… che gusti!
pensate se prima friggono il pesce e nello stesso olio passano al cioccolato ๐Ÿ˜‰

Sempre nello stesso programma televisivo, era stato invitato anche un “mastro cioccolataio” per testare il Mars fritto e, pare, ne sia stato colpito.
Ma in modo positivo “il mou interno si era sciolto in maniera perfetta tanto da unirsi positivamente al cioccolato esterno, secondo lui”.
Non so se e’ stato “pagato” per essere presente al fatto, ma di sicuro, se fossi stata in lui, mi sarei rifiutata categoricamente ad intervenire e, soprattutto, commentare.

Altro lato curioso..
Durante le riprese per la tv, mostravano l’immersione dei diversi “bocconcini” prima di immergerli nell’olio, questo stranamente limpido e privo di qualsiasi crosticina galleggiante.
Anche il cioccolato non veniva inquinato da un eventuale scoria rimasta nell’olio riusato, ma veniva letteralmente “pucciato” in una vasca a parte.

Ma sara’ vero che lo lasceranno a parte?
Oppure e’ solo l’esito dell’effetto tv, che rende tutto piu’ “pulito e buono”?

La situazione e’ sospetta e puzza (.. di fritto ๐Ÿ˜‰ )
Ho fatto anche una ricerchina in Internet.
Potete trovare dei video di “cavie” che si prestano a questo sacrificio mangereccio.

E.. notizianotizia… anche inย  wikipediaย  viene pubblicata.

Non voglio pero’ togliervi ulteriore il gusto di cercare (“Deep-fried Mars” ) e farvi venire l’acquolina, prima di tentare un esperimento casareccio.

Un po’ qua … und ein bischen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *