# 125 – Granducato di Lussemburgo. Bouneschlupp

Il Lussemburgo, ufficialmente Granducato di Lussemburgo (in francese: le Grand-Duché de Luxembourg; in lussemburghese: Groussherzogtum Lëtzebuerg; in tedesco: Großherzogtum Luxemburg), è uno Stato membro dell’Unione europea situato tra Germania, Francia e Belgio.

È uno Stato senza sbocco sul mare.

Membro fondatore dell’Unione europea, della NATO, del Benelux e delle Nazioni Unite, la sua capitale, l’omonima città di Lussemburgo, è sede di numerose istituzioni e agenzie europee oltre ad essere uno snodo finanziario di primaria importanza. È l’unico granducato rimasto al mondo. È anche noto per le numerose banche.

Da Internet: Mappa dell’Europa con le capitali

Il Lussemburgo è da sempre punto d’incontro tra le culture dei peasi circostanti e oggi adotta quali ufficiali ben tre lingue: il lussemburghese, il francese e il tedesco.
L’articolo 29 della Costituzione del Lussemburgo stabilisce che l’uso delle lingue in ambito amministrativo e giudiziario sia regolato dalla legge. La legge sull’uso delle lingue ha disposto che il lussemburghese sia la lingua nazionale.

Il periodo migliore per visitare il Granducato è d’estate: il 23 giugno si celebra la festa nazionale. Nelle strade della capitale e delle altre città trovano spazio concerti e feste all’aria aperta. Tuttavia, anche la primavera è un periodo adatto; il 9 aprile si tiene a Lussemburgo città e a Nospelt la tradizionale Emaischen, un mercato all’aperto dove ogni commerciante vende uccelli in ceramica in cui tramite dei buchi si può soffiare, creando dei versi simili a quelli degli uccelli.

Il Bouneschlupp è una classica zuppa lussemburghese a base di fagiolini, patate, pancetta affumicata e cipolle.
Le variazioni regionali di questo piatto possono includere ingredienti aggiuntivi come carote, porri o sedano. È possibile aggiungere anche mezze salsicce o altri tipi di salsicce molto speziate.

Sebbene il bouneschlupp sia considerato un piatto nazionale del Lussemburgo, può essere trovato anche nello stato tedesco della Saarland, in Lorena (Francia) e nelle regioni storiche di Gaume e Arelerland in Belgio.
Viene tradizionalmente servito caldo con frittelle di patate chiamate gromperekichelchen e (facoltativamente) un ciuffo di panna acida sul lato.

La ricetta che ho seguito e’ stata presa da qui

Ingredienti – Bouneschlupp – per 4 persone

150 g di pancetta affumicata
4 patate medie
400 g di fagiolini extra fini
4 carote di buone dimensioni (facoltativo)
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
rametto di prezzemolo fresco
1 dado da brodo di pollo
2,5 dadi da brodo vegetale
1/2 bouquet garni 
1,5 l di acqua
Burro
Pepe
Salato
Rosmarino
Cerfoglio (disidratato o fresco)

Procedimento

Iniziate pelando e tagliando le patate a cubetti “medi”, né troppo piccoli né troppo grandi.
Lavateli e scolateli bene per eliminare quanto più amido possibile.

Se avete intenzione di aggiungere le carote, sbucciatele e tagliatele a fette spesse.

Tagliate a bastoncini la pancetta affumicata.
Tritate le cipolle a pezzi grossolani.
Tritate gli spicchi d’aglio.
Se state usando spezie fresche, tritate anche quelle.

In una casseruola capiente, sbollentate nel burro la pancetta con le cipolle e l’aglio.

Aggiungete l’acqua, i dadi di brodo e cuocete le patate e le carote per circa 45 minuti con un coperchio (*).

Nel frattempo, preparate e tagliate i fagiolini in bastoncini di circa 1-2 cm.
Se utilizzate come me i fagiolini surgelati, si rompono facilmente a mano.

Dopo la cottura iniziale (delle patate e carote), aggiungete i fagiolini e le altre spezie citate, oltre al prezzemolo e cuocete per altri 30-45 minuti. (*)

Lussemburgo. Bouneschlupp

Da gustare con un po’ di crème fraîche nel piatto.

Lussemburgo. Bouneschlupp

 

Note Personali

  • Ho provveduto alla cottura tramite pentola a pressione, diminuendo molto la quantita’ di acqua/brodo suggerita ne ho messa circa 800gr)  e cuocendo per 22 minuti circa.
  • Per la seconda cottura, sempre in pentola a pressione, ho cotto per ulteriori 20 minuti.

La cucina lussemburghese è simile a quella belga, caratterizzata da molta carne di maiale, pesce e selvaggina, ma poi si scoprono anche influenze tedesche con i fegatini a base di crauti.
La birra è la bevanda preferita dai lussemburghesi, ma ottimi sono anche i vini provenienti dalla valle della Mosella.

Tra le portate piu’ famose possiamo citare

  • Bouneschlupp – zuppa verde di fagioli realizzata con patate, pancetta e cipolle, ingredienti che contribuiscono a donare al piatto un sapore davvero unico e davvero irresistibile.
  • Judd mat Gaardebounen -stinco di maiale servito con patate, fave e pancetta.
  • Gromper Keeschelche – crepes salate, servite spesso con pomodori grattugiati, cipolla e prezzemolo

Gudden Appetit

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *