BAMF ed integrazione

Durante la mia vita Patatolese, ho partecipato a diversi corsi per imparare il tedesco.

Vorrei tentare di portare la mia “esperienza” e cercare di spiegare le diversita’, per quel poco di conoscenza che mi sono fatta.

Presa dal Web

VHS ( Volkhochschule )
A seconda dell’organizzazione e dell’affluenza del pubblico, in queste scuole  si ha la possibilita’ di trovare dei corsi intensivi (quindi per piu’ giorni a settimana) o dei corsi “normali”, con frequenza 1-2 volte a settimana (dall’A1 al C1, dalla discussione di temi letti sul giornale all’apprendimento di scrittura di lettere per lavoro).
Gli insegnanti?
Come ovunque… dipende dall’interesse che hanno e dalla loro voglia di insegnare la materia.
Nel primo corso che ho frequentato, l’insegnante faceva di tutto per metterti a tuo agio e per non far pesare il tempo (3h di sera in modo continuato): estrazione del lotto (per imparare i numeri), tirarsi una leggera pallina per porgere domande, giochi vari.
Nel secondo corso, nonostante fossimo in 4 alunni in totale, e quindi avere una grossa possibilita’ di “parlare”, l’insegnante non era minimamente interessata a noi…
Molto spesso, in queste scuole si trovano anche corsi ( o Moduli ) organizzati dal BAMF (vedi dopo).
I corsi del VHS sono finalizzati a tutti, non troviamo solamente corsi di apprendimento della lingua, ma anche altri temi (politica, cucina, religione, sport) ed i prezzi sono accessibili a molti.
Livello: da A1 a C1
Esami: non obbligatori, con eventuale rilascio di documento in caso di passaggio positivo.
Esami: Goethe Institute.

Presa dal Web

DFKA ( Deutschkurse bei der Universität München e.V )
Innanzi tutto vorrei precisare che, a mio avviso, i corsi organizzati da questa scuola sono veramente TOSTI.
L’insegnamento si basa principalmente sulla grammatica (al di fuori delle lezioni “fate come volete, ma qui NO”).
Gli insegnanti sono competenti (non sempre i sostituti, in quanto free-lance), e ci sono 2-3 test a settimana.
Per alcuni livelli e’ prevista una media (di 3.25 ottenuta come media di tutti i test effettuati durante il livello) per poter accedere al corso successivo.
E’ possibile frequentare le lezioni sia al mattino che al pomeriggio, dalle 9:00 alle 12:30 (con 30 minuti di pausa), 5 giorni a settimana.
I compiti dati sono tantissimi, e si prevede un ulteriore studio post-scuola, di almeno 3ore.
Gli esami non sono obbligatori, ma sarebbe meglio iscriversi, in modo da vedere come sono strutturati.
La maggior parte degli studenti sono giovani, freschi, e con l’intenzione di voler accedere all’universita’ in Germania, prerequisito indispensabile e’ il positivo esito dell’esama  DSH o il TestDaF.
Livello: da A1 a C1
Esami: non obbligatori, con eventuale rilascio di documento in caso di passaggio positivo.
Esami: interni, riconosciuti dall’Universita’ e dalla Baviera (principalmente)

 

Presa dal Web

BAMF ( Bundesamt für Migration und Flüchtlinge )
L’ufficio Immigrazione da la possibilita’ di poter frequentare dei corsi di lingua.
Questi non sono organizzati e disponibili _solo_ per i rifugiati, ma per tutti coloro che vogliono apprendere questa lingua, siano essi europei o tedeschi stessi.
Per poter accedervi, bisogna fare richiesta all’ufficio competente (il BAMF, appunto) che provvedera’ a rispondere con una lettera.
Con questa, si potra’ sostenere un primo esame per verificare le competenze linguistiche o, anche, di alfabetizzazione.
Si potra’ cercare una scuola che organizza corsi con il sostegno di questo Dipartimento (come ad esempio VHS o affini), eventualmente si puo’ usare anche la funzione “seach” dal sito del BAMF stesso.
Con il sostegno del BAMF, il corso non e’ comunque gratuito, anche se viene pagato per la meta’ del prezzo dall’Ufficio Immigrazione stesso, e l’altra dalla persona in oggetto (in seguito, a seconda della sua posizione lavorativa, potra’ richiedere un ulteriore risarcimento).
Come dicevo prima, si parte dal Modulo di Alfabetizzazione per arrivare, piano piano, all’esame di B1 e, in seguito, al corso (con eventuale esame facoltativo) di Orientamento (con istruzione sulla politica tedesca, etc.).
In questi corsi, almeno da quanto ho visto, si punta prevalentemente sull’apprendimento del linguaggio, e meno alla grammatica.
Gli esami sostenuti sono riconosciuti e si riferiscono agli esami del Goethe Institute
Livello: da Alfabetizzazione al B1
Esami: non obbligatori, con eventuale rilascio di documento in caso di passaggio positivo.
Esami: Goethe Institute.

 

Logicamente non ci possiamo limitare a questo.
Esistono tantissimi altri corsi a disposizione per l’apprendimento della lingua, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Si spazia dai corsi privati a quelli via Skype, da quello Online o dal frequentare gruppi per l’apprendimento.

Spero con questo di aver potuto dare una _veloce_ carrellata.
Non resta che rimboccarsi le maniche e rimettersi davanti ai libri.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

 

129750cookie-checkBAMF ed integrazione
Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *