Filetto di maiale con mele e senape

Sempre alla ricerca di ricettine golose ed invitanti, mangiabili da tutta la famiglia, sono approdata a questo “Filetto di maiale con mele e senape”.


La fonte e’ la rivista “Cucinare Bene” (non so se esiste ancora) di almeno 15 anni fa…

Che dire… semplice e veloce nella sua preparazione ma allo stesso tempo gustoso.
Non vi spaventate e neppure stupitevi per l’abbinamento senape-mela.
Quest’ultima, una volta cotta, risultera’ addolcita ma, allo stesso tempo, con una nota pungente

Filetto di maiale con mele e senape

 

Ingredienti – Filetto di maiale con mele e senape – 4 persone

1 filetto di maiale
2 mele gialle
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di senape (*)
50gr di panna (*)
2 cucchiai di olio
30gr di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale
pepe

Procedimento

Tagliate il filetto in scaloppe alte 2 cm.
Battetele leggermente e mettetele in una pirofila con l’olio, le foglie di rosmarino e il pepe.

Lasciatele insaporire per 5 minuti.

Intanto sbucciate le mele e tagliatele a spicchi.


In una padella scaldata rosolatevi i filetti 3-4 minuti per parte, bagnate con il vino bianco e lasciate evaporare. Salateli, toglieteli dal tegame e tenete al caldo.

Nella stessa padella sciogliete il burro, saltatevi gli spicchi di mele per 3-4 minuti a fuoco vivo, unite la senape stemperata con la panna.

Unite i filettini di maiale e lasciate insaporire.

Servite il filetto spolverato di prezzemolo tritato (che logicamente non ho fatto..)

Filetto di maiale con mele e senape
Filetto di maiale con mele e senape

Noi lo abbiamo gustato accompagnandolo con del riso a vapore (una semplice busta di Uncle’s Ben, cotto nel microonde).

Filetto di maiale con mele e senape

Aspetto i vostri risultati!

Note Personali

  • Logicamente ho omesso la panna, sostituendola con dello yoghurt magro.
  • La senape che ho utilizzato per questa preparazione e’ quella francese e dolce.
  • Il vino inserito mi e’ sembrato un po’ troppo, meglio diminuire un pochino la dose indicata

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *