Pasta “mimosa”

Oggi e’ l’8 di marzo e viene ricordato per essere la Festa della Donna.


MA oggi _non_ c’e’ solamente questo da “festeggiare”, oggi e’ infatti la

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLE DONNE.

Indubbiamente ci sono molte persone che pensano a questo UNICO giorno solo alla moglie/compagna e le regalano delle mimose… tutto il loro ricordo/amore/pensiero finisce li, con il ripulirsi della coscienza ed andando avanti l’indomani come se niente fosse, comportandosi nel medesimo modo ogni giorno,

Per molte, invece, e’ solamente un momento per uscire con le amiche, sminuendo la ricorrenza ed il suo valore.

Questa ricorrenza NON dovrebbe essere celebrata solamente un singolo giorno, MA in ogni occasione della vita che va dal lavoro (perche’, nonostante tutte le buone parole, siamo ancora sottopagate), dalla cura dei figli (ancora oggi molte donne restano a casa per accudirli) e via di questo passo.

Da Internet

Diciamo che sono per la parita’ e per la condivisione del lavoro dentro e fuori casa, dimostrabile con fatti e non solamente con un fiore.
Si, il fiore (mimosa ma anche no) e’ ben accetto anche a me.  Se viene offerto come ringraziamento per i compiti svolti (insieme) e non per “pacificare” l’anima di entrambe le parti coinvolte.

Detto scritto questo, molto brevemente in quanto non sono abile nell’esprimermi, passiamo oltre.

Dato che le mimose, inteso come fiori, scarseggiano da queste parti, e la torta l’avevo gia’ cucinata.. ho trovato la “pasta mimosa”.

In effetti, come per tutto, esistono tantissime varianti.
Cosi’, data la nostra “abbondanza” famigliare, ho optato per la versione “light”

Pasta “mimosa”

Ingredienti Pasta Mimosa – 4 persone

320 g di pasta (reginette, fusilli, farfalle...)
1 vasetto di yogurt bianco magro
100 g di ricotta di mucca
1 bustina di zafferano
olio extravergine d'oliva
sale
salvia / menta (facoltativo - per decorare)

Procedimento

Iniziate con il cuocere la pasta prescelta, in una pentola con acqua bollente salata.

Mentre cuoce, procedete con la preparazione del condimento.

Stemperate la bustina di zafferano nello yogurt, scaldate una padella abbastanza grande (dovra’ contenere anche la pasta!) con un filo d’olio e versate lo yogurt e la ricotta, facendo rapprendere il tutto.
Regolate di sale, secondo il vostro gusto, e fate scaldare per qualche minuto questa preparazione.
Rimuovete poi dal fuoco.

Scolate la pasta un po’ al dente e ripassatela velocemente in padella con il sugo precedentemente preparato.

Impiattate e, se gradite, decorate con qualche fogliolina di menta o di salvia per dare ulteriore colore al piatto.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *