Burschen & Maibaum

Siamo quasi al primo Maggio, festa molto sentita in Baviera e non solo perche’ “non si lavora” 🙂
Il Primo Maggio e’ vissuto in prima persona soprattutto dai cittadini dei piccoli paesi, non molto nelle grandi citta’, come ad esempio Monaco.

Perche’?

Semplice, esiste  la tradizione del Maibaum, chiamato anche “albero di maggio” che fa parte proprio della cultura della Baviera (e del Sud Tirolo).

Il Primo Maggio (circa ogni 4 anni) viene issato un albero decorato con i simboli ed i mestieri del proprio paese ed appunto in questa occasione viene organizzata una grande festa in tutto il paese.
Potrebbe essere paragonato all’ “albero della cuccagna” , con la differenza che gli addobbi non sono generi alimentari, ma ghirlande di fiori, intagli in legno e nastri con i colori della regione o della municipalitĂ , in Baviera i colori tipici del Maibaum sono il bianco e l’azzurro.

L’alberto viene preparato mesi prima dagli abili boscaioli ed è in pericolo costante: gli abitanti dei paesi vicini sono infatti chiamati a rubare il maibaum ed a nasconderlo, per fare in modo che la festa vada a monte.

I proprietari del Maibaum devono invece impegnarsi a cercare il cimelio ed a riprenderlo, per poter portare a compimento l’evento (=festa).
I rapimenti del Maibaum possono anche avere esiti terribili, come nel caso in cui l’albero venga solitamente tagliato “a fette” e riconsegnato.
In questo modo il paese avra’, per i futuri 4 anni, un semi-albero e tutti coloro che passeranno da li ricorderanno la mancata abilita’ dei “guardiani” dell’albero stesso.

Ogni arte ed ogni mestiere viene rappresentato sull’albero, per rappresentare proprio gli artigiani che mantengono vivo quel luogo.

Solitamente il Maibaum viene issato con delle lunghe stanghe, legate con una corda, che servono per poter alzare il fusto lentamente e per gradi e per fare in modo di poterlo appoggiare nei momenti intermedi dell’issaggio. In alcuni casi la forza lavoro (=braccia) e’ stata sostituita dal trattore.

Ultimamente nel giornale locale si e’ potuto leggere della sfortunata sorte capitata ad alcuni paesini: il Maibaum locale e’ stato sottratto/rubato.

Perche’ tanto scalpore?

Perche’ l’albero, generalmente il tronco di abete, ha una altezza variabile tra i venti e i trenta metri: quindi e’ decisamente scomodo da portare via e, sicuramente, non in modo agevole.

L’albero viene abbattuto a Marzo, e consegnato 6 settimane prima del 1° Maggio ai Burschen del paese (ragazzi celibi, diciamo tra i 16 e i 25 anni).
Nel nostro caso, questi sono i “nostri” valorosi custodi.

Da Internet

Questi Burschen devono vegliare il tronco dalla consegna al momento in cui viene issato, con estenuanti veglie notturne.

È infatti buona regola, per i paesi vicini, mandare i Burschen locali a rubare il tronco.

Potete immaginare quale disonore, per il paese, possa essere farsi sottrarre un al tronco simile!
Dunque ogni notte sono di corvèe, equipaggiati con ettolitri di birra, salsicce e Brezel.

Da Internet

Se nonostante tutto qualcuno dei paesi vicini dovesse farcela a sottrarre l’ambita preda, il fattaccio finisce sui giornali di tutta la regione (come appunto si sta leggendo in questi giorni), cosi’ che tutti possono sapere della disgrazia.

Per ottenere indietro l’ambito tronco, si iniziano le richieste di “riscatto”, fino a trovare un accordo.
Le missioni diplomatiche vengono condotte tra i Burschen dei 2 paesi, finchè si trova l’accordo sul numero di fusti di birra da consegnare, o sul numero di colazioni “brotzeit” da pagare.

Al momento le richieste di riscatto sono state di 100litri di birra e 2 colazioni.
Staremo a vedere…

 

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *