Trieste: Presnitz Trieste

Il Presnitz appartiene alla numerosissima famiglia degli Strudel (che in tedesco vuol dire vortice, gorgo) ma noi conosciamo prevalentemente l’apfelstrudel (ossia lo strudel di mele).

All’inizio dell’Ottocento Trieste visse il suo momento magico e di massima espansione, attirando a se genti di tutta Europa, e diventando in breve tempo un centro cosmopolita.
Un evento importante mise in movimento tutta la città.

Per accogliere degnamente “Sissi” imperatrice d’Austria e Ungheria (moglie di Francesco Giuseppe) nella città triestina, si organizzarono gare e concorsi, mentre la citta’ stessa si addobbava a festa.

Presnitz

In un’elegante Pasticceria del Centro apparve per la prima volta un dolce creato per l’occasione.
Portava sovrapposta la scritta “Se giri il mondo ritorni qui”.

Gli fu conferito il titolo di “Preis Prinzessin” (Premio Principessa).
I triestini sbrigativamente e amorevolmente lo chiamarono PRESNITZ.

Presnitz

Trieste si arricchiva così di un dolce che rimarrà a suggello di tradizionali e liete ricorrenze.
Anche Pellegrino Artusi si e’ occupato di questa storia, facendone riferimento sul suo libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, edito nel 1891.

Alcuni confondono il PRESNITZ con la Gubana, altra specialità di origine friulana, ed una differenza e’ data dal fatto che nel Presnitz la pasta usata non e’ lievitata.

Vino da abbiamento: un “Dolcetto delle Langhe”

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *