Treccia dolce di pasta lievitata

Avete terminato le vostre colombe, panettoni, biscotti, fette biscottate a colazione?
Volete variare il vostro primo pasto giornaliero, a base non solo di cereali, latte, muesli o porridge?

Ecco un’ottima alternativa, una gustosissima treccia di pasta lievitata con delle uvette (uva sultanina).

Treccia dolce di pasta lievitata

Se volete provare anche voi a prepararla, vi bastera’ solamente seguire le istruzioni sotto fornite.

La preparazione non e’ assolutamente complicata, potete utilizzare farina diversa rispetto alla mia ed il risultato e’ garantito.

Ingredienti –  Treccia dolce di pasta lievitata

400gr di farina 0 (*)
1 pacchetto di lievito di birra in polvere
2 cucchiai di zucchero (di canna)
1 presa di sale
250ml di latte
50gr di burro
100gr di uvetta/sultanina
1 rosso di uovo

Procedimento

In una ciotola inserite la farina, il lievito di birra secco, lo zucchero (di canna) e mischiate.

Fate sciogliere lentamente il burro nel latte, cosi’ da ottenere un composto e lasciatelo intiepidire.
Aggiungete poi il burro+latte nelle farine ed iniziate a mischiare (a mano o con una planetaria), inserendo poi il sale.
Continuate ad impastare fino a quando non sara’ piu’ appiccicoso.

Inserite lentamente  l’uvetta/sultanina, poco alla volta.

Pirlate e mettete l’impasto in una ciotola, leggermente oliata, in un luogo tiepido per un’oretta.

Al termine riprendete nuovamente l’impasto, eventualmente sgonfiatelo e create 3 filoncini, da circa 50cm cadauno.

Intrecciate i filoncini, assicurandovi che le due estremita’ siano ben chiuse e posizionatelo su carta forno, poi in teglia.

Sbattete il tuorlo dell’uovo (rosso) e spennellatelo sulla treccia.

Lasciate riposare ancora una 20ina di minuti, mentre preriscaldate il forno – 180gradi statico.

Cuocete la treccia nel forno caldo, a 180gradi, a livello centrale, per circa 30-40 minuti.

Treccia dolce di pasta lievitata

Sfornate e fate raffreddare sulla gratella.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *