# 109 – Repubblica Islamica dell’Iran. Riso basmati con Tadig di zafferano

Per accompagnare il piatto di pollo della Repubblica Islamica dell’Iran, ho (tentato) di preparare questo “Riso basmati con Tadig di zafferano”.

Da qui possiamo imparare

Gli iraniani sono amanti del buon riso e ne consumano in grandi quantità; accompagna pietanze a base di carne, pesce, verdure e legumi, è presente in molte zuppe e dolci. La sua preparazione è stata nei secoli portata ad altissime vette di raffinatezza e perfezionismo.

Si dice che Dario il Grande abbia introdotto la coltura del riso nella Persia antica; le prime coltivazioni di questo cereale interessarono le province prospicienti il Mar Caspio, dove il riso divenne parte integrante dell’alimentazione degli abitanti, mentre nel resto dell’Iran era più diffuso l’uso del pane. Nel corso dei secoli il suo consumo si estese sempre più, diffondendosi in tutto il Paese, e la sua coltivazione divenne sempre più sofisticata.

 

Per oggi non mi ero  molto organizzata sulla preparazione da cucinare, e non avevo neppure letto bene la ricetta da proporre al desco famigliare.

La ricetta che ho tentato di proporre e’ stata la seguente

IngredientiRiso Basmati al vapore con la crosta allo zafferano “Tadig”

300gr Riso basmati
100/150gr Burro
2 bustine di Zafferano in polvere
150/200 cc di acqua per il fondo

Procedimento

Per prima cosa dovete lavare il riso accuratamente con acqua fredda, per 4-5 volte, in modo da eliminare quasi tutto l’amido, cosi’ che il riso diventa piu’ digeribile.

E’ consigliabile dopo aver lavato il riso, se lo lasciate a mollo in acqua fredda per qualche ora e con la giusta quantita’ di sale grosso (che inserireste in pentola per la cottura). Cosi’ facendo il riso aumenta la sua quantita’: l’acqua deve solo coprire il riso ma non deve essere troppo abbondante.

Se non doveste avere tempo (*), procedete con la sua cottura.

Fate bollire abbondante acqua in una pentola e versate il riso, dopo aver eliminato la sua acqua in eccesso di ammollo.
Per quanto riguarda l’aggiunta del sale:
– se lo avete lasciato in ammollo con il sale, potrebbe essere giusto ma assaggiate l’acqua ugualmente
– eventualmente correggete (o inserite) il sale nell’acqua bollente di cottura.

Mescolate il riso lentamente, saltuariamente, per evitare che si attacchi durante la cottura.
Il riso deve cuocere e risultare al dente, cosi’ il tempo di cottura dipende dalla tipologia del riso utilizzato e dall’eventuale permanenza in ammollo, o meno.
Siete comunque in una tempistica tra 10 e 14 minuti.

Dopo 10/12 minuti di cottura scolate il riso e mettetelo da parte.

In una pentola media ANTIADERENTE (altrimento la crosta non si forma) inserite un bicchiere d’acqua, il burro e una bustina di zafferano in polvere.

Riscaldate il tutto facendo sciogliere gli ingredienti, cosi’ che il liquido abbia un bel colore giallo: non inserite troppo zafferano perchè il sapore risultera’ amaro.


Mettete da parte la meta’ del liquido (acqua, burro e zafferano) mentre sul restante (quello in pentola) versate il riso cotto molto attentamente.


Con il manico di cucchiaio fate qualche buco sul riso nella pentola, in modo che il vapore possa uscire e favorire la cottura.

Incoperchiate la pentola e fate cuocere a fuoco molto altro per circa 5 minuti. Questi 5 minuti sono molto importanti per la costituizione del “tadig”, ossia della crosticina.

Dopo 5 minuti circa, abbassate il fuoco al minimo e versate il resto del liquido sopra il riso.


Avvolgete il coperchio con un canovaccio e coprite la pentola, in questo modo il canovaccio mantiene bene il vapore dentro la pentola, e proseguite la cottura a fuoco basso per ulteriori 30/40 minuti.

Prima di servire il riso vi conviene lasciare aspettare la pentola per 5 minuti a fuoco spento, per favorire la formazione e rimozione della crosta.

Repubblica Islamica dell’Iran. Riso basmati con Tadig di zafferano

Mettete un bel piatto grande e rotondo sopra la pentola e capovolgete con un movimento unico: il riso, e relativo Tadig, dovrebbe cadere direttamente nel piatto.

Repubblica Islamica dell’Iran. Riso basmati con Tadig di zafferano e Khoresh fesenjan / Spezzatino persiano di melograno e noci

Note Personali

  • Ho lavato il riso ma non lo ho lasciato in ammollo per ore, giusto 20 minuti
  • Anche dopo la cottura non ho atteso che la pentola raffreddasse 5 minuti, ribaltando direttamente il riso nel piatto: il Tadig e’ rimasto nella pentola e lo ho estratto aiutandomi con una spatola di legno.
    Questo mio risultato e’ visibile dalle foto postate..

نوش جان

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *