# 104 – Repubblica di Macedonia. Pascha Kjofte

La Macedonia del Nord, ufficialmente Repubblica della Macedonia del Nord (in macedone: Република Северна Македонија?, traslitterato: Republika Severna Makedonija; in albanese: Republika e Maqedonisë së Veriut), è uno Stato della penisola balcanica nell’Europa sud-orientale.

La capitale è Skopje.
Le lingue ufficiali parlate in Macedonia del Nord sono lo slavo-macedone (simile al bulgaro e con alfabeto cirillico) e l’albanese.

La Macedonia è una regione storica e geografica della penisola balcanica situata nell’Europa sud-orientale. I suoi confini sono mutati in modo considerevole nel corso del tempo e la regione è venuta a far parte di sei nazioni balcaniche:

Grecia, Macedonia del Nord, Bulgaria, Albania, Serbia, Kosovo

La Macedonia ha avuto una storia lunga e diversificata. I suoi più arcaici insediamenti risalgono all’incirca al 9000 a.C., diventando nel mondo antico una regione molto potente

Ed eccomi qui, ancora una volta a preparare delle polpette, ma sempre diverse dal solito.

Ingredienti per Pasha Kjofte

Per le polpette:
500 g di carne macinata di manzo
50 g di riso
1 uovo
1 cipolla grattugiata
prezzemolo tritato finemente
Pepe nero macinato
¼ di cucchiaio di sale

Per kasha (zuppa):
4 cucchiai di farina
olio
1 litro d'acqua
2-3 cucchiai di passata di pomodoro
1 carota grande
5-6 pezzi di aglio
spezie miste (vegeta), pepe nero, prezzemolo, alloro

Procedimento

Per prima cosa fate bollire il riso fino a metà cottura.


Mescolate la carne macinata con le cipolle.


Aggiungete le spezie essiccate, il pepe nero, il sale, l’uovo, il prezzemolo e aggiungete il riso cotto.


Mescolate bene il tutto, quindi formate delle palline delle dimensioni di una pallina da ping-pong.


Friggete le polpette in olio bollente.

Al termine, togliete le polpette dalla pentola e allineale su carta da cucina.
Nella stessa pentola aggiungete le carote a quadretti e fatele soffriggere un po’

, poi aggiungete la farina e continuate a soffriggere solo un poco fino a quando non cambia colore, diventando quasi nocciola.


Quindi versare l’acqua bollete e aggiungete l’aglio tritato, il pepe nero, le spezie secche miste a piacere, l’alloro e la passata di pomodoro,  rimettete le polpette nella pentola.
A gusto potete aggiungere anche del dado, per dare maggior gusto.

Lasciate cuocere lentamente fino a quando il riso nelle palline di carne e’ completamente cotto (ci vorranno altri 10-15 minuti, ma tutto dipende dalla cottura del riso).
Servite caldo.

Repubblica di Macedonia. Pascha Kjofte

Note Personali

  • Per il riso, ho utilizzato lo stesso acquistato per la Turchia.
    L’ho lavato, lasciato a mollo in acqua per una decina di minuti prima di cuocerlo.
  • Nella ricetta originale e’ inserito un uovo tra gli ingredienti, non aggiunto poi nella preparazione.

La cucina macedone si presenta alquanto ricca e assortita, una ghiotta alchimia di influenze gastronomiche. Vista la molteplicita’ dei popoli incrociatisi in Macedonia nel corso dei secoli e i traffici commerciali che hanno avuto come sede i bazar di Skopje, anche la cucina si presenta come un autentico bazar di sapori, una mescolanza di culture e gusti.
I sapori si diversificano e i piatti uniscono quelli tipicamente balcanici, greci e orientali.

Tante e varie sono le tradizioni culinarie: dalla carne fatta in mille modi ma famosa soprattutto alla griglia, al pesce, ai piatti più elaborati, cucinati prima al fuoco e poi in forno, alle varie gustosissime salse, tra le quali spiccano l’ajvar, il pindzur e la ljutenica, tutte a base di peperoni rossi o verdi, dolci o piccanti.
In particolare l’ajvar e’ preparata con peperoni rossi sott’olio, la ljutenica e’ composta da melanzane, carote, peperoni rossi, sedano, prezzemolo e olio.
Il piatto e la bevanda nazionale macedoni sono rispettivamente il tavče gravče ed il mastika.

I principali alimenti sono quindi la carne e le verdure:

  • turli tava, a base di carne in pezzi (suino, vitello e montone), patate, pomodori, cipolle, uova e paprika
  • shopska – insalata ricca a base di pomodori, cetrioli, cipolle, formaggio e uova
    tarator – yogurt acido con cetrioli
  • turshi – sottaceti di pomodori, lattughe e peperoni
  • kebap – carne arrostita, solitamente la carne viene messa nei panini e riempita di insalata, maionese e ketchup.
  • sarma – involtini di carne macinata e riso racchiusi in foglie di vite o verza
  • burek – una sottile pasta sfoglia ripiena di spinaci, formaggio, carne tritata o varie altre combinazioni di ripieno.
  • pallacinke – molto simili alle crèpes francesi ma accompagniate da yogurt naturale (vallt); possono essere dolci o salate
  • baklava – preparata con strati di pasta sfoglia farcita con noci e sciroppo
  • sutlijash – minestra di riso cotto in un brodo di latte, limone, zucchero, burro e uova.
  • tulumba – pasta sfoglia a forma di cannolo da friggere, ripieno di sciroppo o crema o cioccolato.
  • shequerpare – dolcetto rotondo sopra e appiattito alla base, appena esce dal forno viene cosparso di sciroppo

In presenza di ospiti la prima cosa che si deve offrire e’ il degustare il caffè alla turca:  un vero rito. Si beve con molta calma e chi e’ fortunato riesce a farsi leggere il futuro nel fondo della tazza (che deve essere di dimensioni simili ad un porta stuzzicadenti).
Naturalmente  a prepararlo deve essere la donna più giovane della casa.
In occasioni importanti come il matrimonio, si ritiene che bere il caffè preparato dalla sposa porti fortuna mentre nei funerali viene accompagnato con il llokum (dolce paragonabile alle caramelle con la differenza della ricopertura di cocco o nocciole).
Nella cucina macedone sono anche degni di nota i latticini, i vini e gli alcolici locali, come ad esempio il rakija.

Пријатен оброк
Prijaten obrok

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *