# 102 – Regno di Thailandia. Gai Pad Med Mamuang Himmapan (Pollo saltato in padella con anacardi)

La Thailandia (o Tailandia (in thailandese: ประเทศไทย?), ufficialmente il Regno di Thailandia (in thailandese: ราชอาณาจักรไทย?, traslitterato: Ratcha Anachak Thai), e’ uno Stato del Sud-est asiatico,

confinante con Laos e Cambogia a est, golfo di Thailandia e Malaysia a sud, con il mare delle Andamane e la Birmania a ovest e con Laos e Birmania a nord.

La parola “Thailandia” e’ la traduzione del termine locale Pathet Thai, terra dei thai, in cui il termine thai significa “libero” o “indipendente” nella lingua thailandese

E’ nota anche come Siam, che fu il nome ufficiale della nazione fino al 24 giugno 1939 e dal 1945 fino all’11 maggio 1949, data della definitiva assunzione dell’attuale denominazione.

Lingua nazionale e’ il tailandese (detto anche thai), scritto con un proprio alfabeto.
La capitale e’ Bangkok

Tra gli anni ottanta e novanta, la Thailandia ha dato il via a un significativo processo di industrializzazione che l’ha portata ad essere una delle potenze a medio reddito tra i paesi che si affacciano sul Pacifico.

La rapida deforestazione, assieme al notevole aumento della richiesta di animali esotici, si e’ rivelata deleteria per la fauna selvatica. Rinoceronti e tapiri, un tempo diffusi in molte parti del paese, sono pressoche’ scomparsi del tutto, così come le mandrie di elefanti selvatici.
Un tempo le acque della Thailandia, sia di acqua dolce che marine, abbondavano di pesci, nonche’ di gamberetti, gamberi e granchi di mare, ma il loro numero e’ rapidamente precipitato a causa della sovrapesca e della distruzione dei loro habitat naturali.

Dopo la cucina di Singapore ed il suo pollo alla hainanese, mi devo ancora riprendere.
Ecco perche’ ho pensato di preparare qualche cosa di relativamente piu’ semplice con questo “Gai Pad Med Mamuang Hima-Pan” (letteralmente, pollo saltato in padella con anacardi) ma, soprattutto, veloce.

Questo piatto e’, come molti piatti thailandesi, adottato dalla cucina cinese e la ricetta e’ stata prevalentemente presa da qui, integrandola con altre viste in rete.

Ingredienti per il “Gai Pad Med Mamuang” (pollo saltato in padella con anacardi) – per 2 persone

300 gr. petti di pollo
1 cipolla
1 peperoncino fresco (da evitare se preferite non piccante)
100gr. anacardi tostati senza sale
2 spicchi di aglio
2 cucchiai di farina
olio
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di Oyster Sauce
1 cucchiaino di zucchero (facoltativo)
1/4 bicchiere d'acqua
1 cucchiaino di sale 
pepe

1 cipollotto (*)
1 cucchiaio di salsa di pomodoro (facoltativo)
1 carota (*)

Procedimento

Tagliate i petti di pollo a cubetti, salate e pepate i cubetti di pollo, passateli nella farina e poi friggeteli in olio bollente.
Scolate e lasciate asciugare per bene, appoggiando il pollo cotto su un poco di carta casa.

Preparate la salsina mischiando la salsa di soia, la Oyster sauce, l’acqua, lo zucchero, la passata di pomodoro (facoltativo), il sale ed il pepe.
Mettete da parte.


Tagliate la cipolla a spicchi i peperoncini a listarelle e sminuzzate l’aglio.

In un wok o una padella capiente, soffriggete l’aglio (inserendolo prima) e la cipolla (aggiungendola dopo)

fino a farli imbiondire, poi aggiungete la salsa, mescolando delicatamente fino a quando inizia a rapprendersi.


Aggiungete la verdura (carota e cipollotto entrambi puliti ed affettati fini) e fatela diventare croccante.


A questo punto aggiungete gli anacardi tostati ed i cubetti di pollo che avete appena finito di cuocere.


Mischiate per bene e cuocere per 1 minuto.

Thailandia. Gai Pad Med Mamuang Himmapan

Servire il Gai Pad Mem Mamuang accompagnato da un piatto di riso bianco.

Thailandia. Gai Pad Med Mamuang Himmapan

Note Personali

  • Per dare un po’ di colore, ho usato anche un cipollotto ed una carota affettata piccola
  • Le quantita’ della ricetta sono state quasi triplicate, cosi’ da avere un po’ di cibo da far portare a scuola il giorno seguente.

Per la ricetta del riso, ho riseguito quanto avevo fatto precedentemente per Singapore (senza utilizzare l’olio aromatizzato.. ma se ne avete fate pure)

Thailandia. Gai Pad Med Mamuang Himmapan

Per il riso

Mettete il ​​riso jasmin (240gr) in una casseruola pesante.
Aggiungete circa 80ml di brodo caldo ed un goccio di olio (magari aromatizzato).
Portate a ebollizione a fuoco vivace e continuate a bollire per circa 5 minuti fino a quando il livello del liquido non raggiunge la sommita’ del riso, quindi abbassare la fiamma molto bassa, coprite la padella con un coperchio ben aderente e cuocere per una decina di minuti, quindi togliete dal fuoco e lasciate riposare per altri 10 minuti.


Quasi il 70% dell’intera popolazione thailandese e’ costituito da agricoltori, che coltivano una terra alluvionale cosi’ricca che la Thailandia e’ al primo posto nel mondo per l’esportazione di tapioca, al secondo per quella di riso e di caucciu’, al terzo per quella di ananas in scatola.

Mischiando i diversi elementi delle tradizioni del sud-est asiatico, la cucina thailandese da’enfasi a piatti leggeri con forti componenti aromatiche.

Come in molte altre cucine asiatiche il dettaglio e la varieta’ sono di grande significato per gli chef thailandesi. Il cibo e’ conosciuto per il bilanciamento dei quattro sapori fondamentali per ogni piatto o per il pasto in generale: aspro, dolce, salato e amaro. I pasti sono basati sul riso, che ha storicamente un ruolo centrale nella cultura del paese. Il termine mangiare in lingua thai e’ kin khao, che letteralmente significa “mangiare riso”.

Tra gli ingredienti principali della cucina thailandese c’e’ il pesce, che al pari del riso rappresenta il pilastro della gastronomia locale.
I sapori della cucina thai derivano anche dalle spezie che vengono utilizzate, tra le più caratteristhe vi sono il basilico sacro, il basilico thai e il peperoncino thai. Altri ingredienti vegetali importanti sono aglio, scalogno, citronella, pandan e taro.

Uno dei piatti tipici e famosi della cucina thailandese e’ il Pad thai, un piatto di pasta di riso saltata in padella e condita con vari elementi culinari.

Pad Thai – glass noodles, i tagliolini di riso saltati uniti a uova, verdure e tofu (oppure il pollo o i gamberetti), poi conditi con succo di tamarindo, salsa di soia e di pesce.

Som Tam – l’insalata di papaya – La papaya verde viene tagliata a listarelle e condita zucchero di palma, succo di lime, salsa di pesce e tanto tanto peperoncino.

Khao Pad (Thai Fried Rice) – Street food – Riso fritto (khao) saltato in padella e condito con uova, cipollotto, basilico thai e una proteina a scelta fra gamberi o pollo. Solitamente viene accompagnato da alcune fette di cetriolo fresco e lime

Tom Yum e Tom Kha Gai – Zuppa a base di lemongrass, galangal e foglie di kaffir lime. La versione originale del Tom Yum prevede l’aggiunta di peperoncini thai al brodo

Khao Soi – Zuppa di noodles tipica della città e regione di Chiang Mai. Gli ingredienti principali sono latte di cocco, pasta di curry, verdure e tagliolini freschi all’uovo.

ทานให้อร่อย
Thān h̄ı̂ xr̀xy

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *