Vellutata di porro e patate – in PaP

La stagione calda, se si puo’ definire in questo modo qui da noi a Patatolandia dove fa sempre freddo, ci sta lentamente abbandonando.

Largo, allora, alle zuppe, creme, minestroni e vellutate serali.
Rincuorano l’anima e, soprattutto, lo spirito.

Questa volta ho preparato una vellutata di porro con patate.
Solitamente, una volta cotto la zuppa, la sminuzzo con il frullatore ad immersione. Oggi non lo avevo a disposizione (in lavastoviglie) ed ho cosi’ deciso di utilizzare per la prima volta il frullatore in dotazione con il Kenwood, onestamente mi e’ sembrata essere piu’ cremosa.

Ingredienti per la vellutata di porro e patate – per 4 persone abbondante!

250gr di porro
1 cipolla media
25gr di burro
500gr di patate
1,2 dl di brodo (*)
sale
pepe
noce moscata
150ml di panna fresca
succo di limone
prezzemolo tritato per guarnire

Procedimento

Spuntate i porri, lasciando parte del gambo verde per dare colore alla zuppa.

Tagliateli a meta’ per il lungo, affettateli sottilmente e lavateli sotto abbondante acqua corrente.


Montate la cipolla e riducetela in fettine sottili come i porri.
Scaldate il burro nella casseruola/pentola a pressione e unitevi i porri e la cipolla quando sara’ spumeggiante.

Mescolate bene le verdure nel burro.
Coprite e cuocete per 10 minuti a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, finche’ le verdure saranno morbide ma non rosolate.
Nel frattempo sbucciate le patate, e riducetele in fettine. Quando i porri e la cipolla si sono ammorbiditi, unite le patate.

Versate subito il brodo sulle patate, correggendo di sale e pepe, ma attenzione al sapore del brodo!
Aggiungete la noce moscata, (chiudete la pentola a pressione) e portate a bollore, cuocendo per 10 minuti (5 se usate la PaP).

Togliete dal fuoco (fate sfiatare), e frullate bene la minestra, rendendo tutto omogeneo.
Riportate sul fuoco finche’ non prende nuovamente il bollore.
Spegnete, aggiungete la panna ed il succo di limonem mescolando e correggendo di sale e pepe.
Guarnire con prezzemolo fresco tritato.

Vellutata di porro e patate

Note Personali

  • Se si usa brodo vegetale la minestra avra’ un sapore piu’ delicato; diversamente se si usa il brodo di carne, allora avra’ un sapore piu’ intenso.
  • Cotto e velocizzato grazie alla pentola a pressione.
  • Ho sostituito la panne fresca con del philadelphia (formaggio cremoso).
  • La minestra di conserva per circa 3 giorni in frigo, in un contenitore chiuso.
  • Per rendere la zuppa piu’ vellutata, conviene passare al setaccio le verdure dopo averle ridotte in purea.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *