#79 Repubblica del Burundi. Ndizi na Nyama ya Ng’ombe

Il Burundi, ufficialmente Repubblica del Burundi, è uno stato africano di 27.830 km² di superficie che confina con il Ruanda a nord, con la Repubblica Democratica del Congo a ovest, e con la Tanzania a sud ed a est.


Il Burundi si trova nella regione Grandi Laghi. L’intero territorio del paese è costituito da un altopiano, con un’altitudine media di 1700 m. Il punto piu’ alto è il monte Karonje (2685 m), ed è uno stato senza sbocco sul mare.
Politicamente appartiene all’Africa Orientale e talvolta all’Africa dei Grandi Laghi.
La sua capitale, dal 24 dicembre 2018, è Gitega.

Abitato fin dai tempi piu’ remoti, conobbe la colonizzazione prima tedesca (Deutsch-Ostafrika), poi belga ed ottenne l’indipendenza nel 1962.

La popolazione del Burundi, nonostante quanto comunemente ritenuto, non è suddivisa per etnie o per tribu’. La differenziazione fra le etnie è in realtà molto labile, condividono infatti la stessa lingua, la stessa religione e hanno usi simili.

La pressione demografica, accresciuta dall’elevato numero di profughi rientrati dopo la fine dei conflitti etnici, provoca però un eccessivo sfruttamento dei terreni, nell’indice dei paesi con problemi di denutrizione il Burundi è in penultima posizione.

Le lingue ufficiali del paese sono il kirundi ed il francese.

 

Purtroppo mi sono persa il link da dove ho preso la ricetta per il mio ” Ndizi na Nyama ya Ng’ombe ” (Plantains and Beef); non e’ altro che un comune stufato di carne con platano e pomodoro, mangiato con Bugali, Ndizi,o Wali.

Ndizi è la parola swahili per platano. Nyama è la parola swahili per carne. Questa ricetta può essere Ndizi na Nyama (platani con carne) o Nyama na Ndizi (carne con platani) a seconda della proporzione degli ingredienti.

Ingredienti – 4 persone – Platano con carne / “Ndizi na Nyama ya Ng’ombe”

1 platano verde
600gr di carne di manzo, tagliato a cubetti
2 pomodori freschi affettati
   o 1 piccola lattina di pomodori
   o 2 cucchiai di concentrato di pomodori
2 cipolle, affettate
Olio vegetale
Curry o 2 cubetti di brodo
aglio
Peperoncino rosso (opzione)
Pepe nero qb
Sale qb

Procedimento:

Lavate i platani, rimuovete con cura la pelle (in modo da non danneggiare la polpa) e tagliateli a cubetti di medie dimensioni.

Platano

Immergeteli in acqua fredda, per evitare che diventino neri.

Platano

Condite la carne con pepe nero, sale, aglio e la cipolla a fette, mescolando bene  tutti gli ingredienti e mettete da parte.

Burundi
Burundi

In una casseruola scaldate l’olio e soffriggete la carne precedentemente condita per 5-10 minuti o fino a quando la carne è dorata.

Burundi

Mescolate molto bene e quindi aggiungete una tazza d’acqua.
La quantità di acqua che dovete aggiungere dove essere sufficiente per cucinare la carne: potete aggiungere piu’/meno acqua se necessario.

Burundi
Burundi

Inserite il platano a cubetti e tutti gli altri ingredienti mancanti.

Burundi
Burundi
Burundi

Cuocete fino a quando saranno teneri, ma non molli.

Burundi. Ndizi na Nyama ya Ng’ombe

Regolate la consistenza del sale e del pepe nero come desiderato.
Fate sobbollire per 2 minuti per addensare il tutto.

Servite caldo.

Burundi. Ndizi na Nyama ya Ng’ombe

 

Note Personali

  • Non ho inserito la tazza di sola acqua, ma con del dado di carne, per insaporire ulteriormente la preparazione.
  • Per la cottura della preparazione, ho usato la mia pentola a pressione.
    Indicativamente ci vuole 20-30 minuti .
  • Tra gli ingredienti non ho inserito il curry, ma una punta di chili

La specialità delle zone adiacenti al lago Tanganica sono a base di pesce, mentre nell’entroterra si mangia maggiormente carne grazie al bestiame degli allevamenti.

Tutti i piatti tipici, nati dalla tradizione culinaria delle differenti etnie presenti sul territorio, hanno un loro differente carattere.

Tutti i piatti principali sono accompagnati da salse di verdure, riso e frutta freschissima. Pesce e carni sono cucinate alla griglia oppure stufate. Essendone il Burundi uno dei primi produttori mondiali di banane, moltissime ricette ne prevedono l’uso, e comunque non mancheranno mai come accompagnamento ad un piatto.

La bevanda piu’ diffusa nel paese è senza dubbio la birra.

I cibi che si consumano maggiormente sono frutta, generalmente le banane, legami e carboidrati. I grassi e le proteine vengono assunti poco a causa della mancanza della carne nella loro dieta e questo causa molti casi di malnutrizione.

Uno dei piatti piu’ deliziosi del Burundi è a base di piccoli pesci da gustare fritti, oppure immersi in salsa di pomodoro.
Un altro piatto tipico del Burundi, e di tutta l’Africa orientale, è il bugali:  polenta fatta con farina di mais, cotta in acqua fino a raggiungere una consistenza densa e compatta, tanto da essere strappata con le mani a pezzi , oppure essere modellata in forma sferica, con il dorso di un cucchiaio.
Una “variazione” è l’umutsima, polenta fatta con farina di manioca.

Uno degli ingredienti piu’ versatili nella cucina del Burundi è il platano, con cui si prepara un piatto chiamato Ndizi : il frutto si fa cuocere e poi si arricchisce con salsa di pomodoro e spezie.
Tra il dolce e il salato c’è il maharage, fagioli bolliti e insaporiti con olio di palma o latte di cocco. I fagioli non vengono salati, quindi il gusto rimane dolciastro e si mangiano solitamente come antipasto.

Furahia mlo wako

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *