Oggi straniero. Croazia: Crni rižot, risotto al nero di seppia

Questa sera ho deciso di dedicare la cena ad una altra nazione.

Giusto per non impiegare circa 5 anni prima del termine del giro 🙂

La nazione predestinata e’ stata la Croazia.

Da Wikipedia possiamo leggere….
Il cibo. Le regioni della costa sono caratterizzate dagli influssi dei Greci, Romani, Illiri; poi dei Veneziani e più tardi anche dalle cucine italiana e francese. Molti dei piatti tipici diventati famosi sono a base di pesce servito con verdure e patate, anche i frutti di mare vengono serviti con patate e verdure, frutti di mare, vongole (mušule), gli scampi (škampi), le ostriche (kamenice) e i mitili (dagnje).
Un antipasto estivo molto comune è la salata od hobotnice, un’insalata di pollo con patate, cipolline e polpo.
Gli influssi della cucina italiana (e specificatamente di quella veneziana) sono presenti nei risotti (rižot), come lo crni rižot, il risotto al nero di seppia, o il rižot sa škampima, il risotto ai gamberetti.
I dolci sono pochi, e il più comune è la palačinke (crepes), serviti con nocciole, marmellata o cioccolato. Nei dintorni di Ragusa si può assaporare la rožata, simile alla crême brulée, mentre sull’isola di Lissa il dolce tipico è la pogača, una focaccia sottile farcita.

Il risotto nero o risotto è un piatto tipico della Dalmazia che in passato era il cibo dei poveri. Una volta raccolte le seppie venivano consumate come pasto autonomo, mentre le seppie nere venivano conservate per preparare il risotto nei giorni in cui non c’erano ingredienti diversi dal riso in casa.


Come lasciarsi allora sfuggire una tale possibilita’ e preparare un ottimo risotto di pesce, cosa che non ho mai fatto???

Ho cercato la ricetta ovunque, usando anche il seguente libro

o quello che precedentemente avevo ricevuto come regalo da Olja, ” La Cucina Croata” – Nikica Gamulin Gama”

Purtroppo le preparazioni erano diverse, soprattutto per quanto riguardava la cottura del riso.
Internet mi ha confuso sempre di piu’, dato che la maggior parte dei siti croati trovati si dilungava prevalentemente sulla pulizia del pesce e la rimozione della sacca di inchiostro.

Cosi’ ho chiesto al “massimo esperto” di questa preparazione che, nonostante tutti gli anni trascorsi a provare, non ha ancora messo a punto la corretta ricetta: il papa’ di Olja.

In breve, ecco quanto ho preparato per 3 persone.

Ingredienti

400 g di seppie (pulite, surgelate)
oliva
2 spicchi d'aglio
1 bicchiere circa di  bianco
prezzemolo
sale, pepe
280 g di riso arborio
500ml di brodo di pesce (acquistato)
1 cucchiaio aceto
nero di seppia

Procedimento

Tagliate le seppie a striscioline lasciando interi i tentacoli.
Mettete in una padella dai bordi alti due cucchiai di olio con l’aglio schiacciato, appena prende colore aggiungete il prezzemolo.

Crni rižot, risotto al nero di seppia

Prima che tutto annerisca, aggiungete le le seppie tagliate a pezzi e fatele rosolare  per meno di 10 minuti.

Crni rižot, risotto al nero di seppia

Essendo le mie piccoline, le ho lasciate per circa 5-6 minuti.
Aggiungete il riso e fatelo tostare e quando sarà pronto sfumatelo con il vino bianco.
Aggiungete il brodo di pesce bollente che servirà per cuocere il risotto., ed una cucchiaiata di aceto (andrebbe a meta’ cottura).
A questo punto… ho chiuso la pentola a pressione e cotto per 7 minuti.

Crni rižot, risotto al nero di seppia

Ho poi fatto sfiatare, mescolato bene con l’aggiunta del nero di seppia ed un goccino ancora di brodo.

Crni rižot, risotto al nero di seppia

Impiattato ed inserito del prezzemolo tritato finemente.

Secondo molti siti croati incontrati, si dice che il parmigiano è estremamente compatibile con questo piatto e lo si aggiunge al piatto servito a piacere.
Personalmente non ce l’ho fatta ne di provare ad aggiungerlo, ne al solo pensiero di spolverarlo sopra…

Crni rižot, risotto al nero di seppia
Crni rižot, risotto al nero di seppia
Crni rižot, risotto al nero di seppia

NOTA:

Per un buon risotto è importante scegliere riso di qualità. Il riso ideale per la preparazione del risotto è considerato il tipo “arborio”, che per le sue caratteristiche specifiche di grano lo rende una struttura cremosa desiderabile del piatto.

Essendo il nero di seppia gia’ salato di suo, conviene non salare la preparazione, ma assaggiare alla fine, dopo aver aggiunto l’inchiostro.

Dobar tek.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

190850cookie-checkOggi straniero. Croazia: Crni rižot, risotto al nero di seppia
Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *