Lazio: Pasta alla Gricia.

Quando sono andata a MontePorzio Catone, ho acquistato una piccola porzione di _vero_ guanciale e del pecorino fresco.

Era giusto usare questi prodotti prima che iniziassero a camminare e, soprattutto, non riuscire a gustarmeli.

Cosi’ ho optato per cucinare una “pasta alla gricia” (*).
Era la prima volta che la preparavo ed anche Stephan ha veramente gustato.

Pasta alla gricia – preparata da me

Non mi chiedete i punti WW… ho tentato di risparmiarne piu’ che potevo, ma mi rifiuto di fare il conto!

Ecco la ricetta della PASTA ALLA GRICIA:

Ingredienti per 4

115 grammi di guanciale
 450 grammi di rigatoni
 110 grammi di pecorino
 Peperoncino
 Pepe nero
 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

Procedimento

Tagliate il guanciale a listarelle e mettetelo a rosolare in una padella antiaderente con un cucchiaino di olio e poco peperoncino.
Spegnete la fiamma quando il il guanciale ha perso parte del suo grasso che si è trasformato in sughetto.

Lessate la pasta in acqua non salata e scolatela al dente mettendo da parte un pochino di acqua di cottura (per allungare il condimento, se dovesse risultare troppo asciutto).

Versate la pasta scolata nella padella dove è stato saltato il guanciale aggiungendo pochissima acqua di cottura e mescolate il tutto per far amalgamare i vari sapori.

Aggiungete pecorino grattato in abbondanza seguito dal pepe nero e servite la pasta alla gricia aggiungendo altro pecorino romano  direttamente nel piatto.

 

Si, lo so.
Il formato di pasta utilizzato NON e’ corretto…

(*) chiamata anche amatriciana bianca, per la mancanza di sugo.

Un po’ qua … und ein bisschen dort

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *